Giovedì 12 Giugno 2014
Mappa del Sito
Contatti
English version
Versione accessibile
RICERCA NEL SITO
parola chiave
>> ricerca avanzata
Provincia Bari
MediaCenter
 Struttura e Organizzazione - Servizi - Servizio Politiche Sociali, Giovanili e Femminili  
Servizio Politiche Sociali    versione testuale
Servizio in posizione di line
 Servizio Politiche Sociali cliccare qui per accedere

Linee di attività (deliberazione n. 14 del 27/02/2012)

 
Ha competenza in materia di:
  • programmazione, gestione, promozione e coordinamento delle politiche sociali;
  • rapporti e attività con centri e istituti per disagiati;
  • interventi di assistenza scolastica integrativa ai disabili negli istituti di istruzione secondaria superiore;
  • interventi socio-assistenziali a favore dei minori riconosciuti da un solo genitore;
  • politiche per la famiglia;
  • immigrazione;
  • emigrazione;
  • interventi sociali e volontariato;
  • monitoraggio dei servizi socio-assitenziali;
  • politiche di integrazione e di sicurezza sociale;
  • cooperazione internazionale;
  • servizi ai disabili sensoriali, audiolesi, non vedenti e ipovedenti e gestione del Centro Messeni-Localzo;
  • redazione su bandi regionali, nazionali ed europei, di progetti sulle politiche giovanili, anche in partenariato;
  • predisposizione degli atti amministrativi, il conseguente monitoraggio dei progetti e la relativa rendicontazione;
  • coordinamento, l'assistenza tecnica e il monitoraggio delle diverse azioni e dei progetti presentati su accordi di programma quadro - APQ - dai Comuni e dalle associazioni;
  • coordinamento delle attività previste dalla normativa vigente con specifico riferimento al Tavolo sulla violenza di genere;
  • gestione dei rapporti con enti del territorio in tema di violenza di genere;
  • predisposizione, anche come capofila, delle procedure necessarie per partecipare a bandi nazionali o regionali;
  • adesione a progetti di politica di genere;
  • gestione, monitoraggio e rendicontazione dei progetti;

Assicura il supporto amministrativo all'ufficio della Consigliera di Parità.